Come ho debellato i punti neri :D

Ciao mondo 🙂
Oggi voglio parlarvi di come ho vinto i punti neri! Fino a qualche anno fa ne avevo veramente tantissimissimi! Usavo gli strip della Nivea un giorno si e uno no, ma se non fosse stato per le istruzioni, li avrei usati anche un giorno si e l’altro pure!

image (4)image (3)image (2)

La mia crema giornaliera era della bottega verde, una al miele, con la confezione giallina. Non la trovo sul sito, quindi suppongo che non la facciano più! L’ho usata per anni e anni!
Per fortuna non mi sono mai truccata tantissimo! Il mio must have era il correttore della Essence in stick azzurro! Non avevo bisogno di fondotinta e non usavo prodotti occhi perchè TUTTO mi causava allergia!

Vediamo come è cambiata la mia beauty routine 🙂
Prima di tutto ho scoperto la Neve Cosmetics! 🙂 www.nevecosmetics.it
Azienda con un’etica non indifferente e prodotti con ingredienti completamente naturali! Da quando mi affido a loro non ho più avuto nessun tipo di allergia, nè occhi rossi e lacrimanti 🙂 Non potrei più fare a meno del fondo minerale medium neutral 🙂
Quasi contemporaneamente ho iniziato ad usare prodotti bio, ho abbandonato la bottega verde e mi sono buttata a picco sull’omnia botanica, una marca con buon inci, con prezzi ragionevoli e di facile reperibilità!
La prima crema viso che ho acquistato è stata quella all’argan.

DSC_0038

Ragazze, se non siete amanti della nutella, vi consiglio di non prenderla, e andare su quella alla rosa mosqueta! La crema viso all’argan ha un ottimo inci e un dispenser carinissimo e riutilizzabile, ma ha un odore fortissimo di nocciola che a me non fa impazzire per nulla. Non prediligo le creme troppo profumate, soprattutto sul viso. Finita la prima confezione, non l’ho riacquistata per questo motivo e ho provato quella alla rosa mosqueta.

DSC_0041

Ho usato almeno 4 o 5 confezioni di questa crema. Ho convertito anche la nonna e la zia, giacchè l’olio di rosa mosqueta è anche antirughe. Loro si sono trovate molto bene fin da subito! Soprattutto noto dei netti miglioramenti alla pelle di mia nonna! Un po’ meno a mia zia, che la alterna a prodotti con inci non eterei.
Per quanto riguarda me, ci sono volute almeno cinque confezioni per rendermi conto che questa crema era troppo grassa per la mia pelle, pur non ungendomi.
Io ho una pelle mista, secca sulle guance, secchissima sul contorno labbra, grassa sulla fronte e sul naso. Ho provato maree di campioncini delle marche bio più svariate e tutte, dico tutte, mi lasciavano unta. La crema viso alla rosa dell’omnia botanica invece, non mi dava questo problema e ne ero molto felice…i miei punti neri un po’ meno.
L’olio di rosa mosqueta è un olio molto pesante, e sul viso (come quello di mandorle, per esempio) può essere comedogeno. Ho infatti scoperto, appena ho smesso di usare questa crema, che era proprio lei a mantenere costante i miei punti neri. Dobbiamo quindi, non solo evitare i siliconi e la paraffina, ma fare anche attenzione a scegliere dei prodotti viso che non contengano oli vegetali troppo pesanti per il nostro tipo di pelle.
Ho scelto di passare al bio, e non tornerei mai indietro. Ma sappiate che il percorso non è facile e immediato. Non tutti i prodotti bio vanno bene per tutti i tipi di pelle, e vi ho appena fatto un esempio. Inoltre, le creme commerciali a base di paraffina e siliconi, pur ottrando i pori ed essendo comedogene, hanno molte meno possibilità di essere allergizzanti rispetto ad una crema bio. Il motivo è semplice, in una crema non bio, c’è il silicone, in una crema bio ci sono una grande varietà di estratti di piante, a cui non è difficilissimo essere allergici.
Ma di questo parleremo un’altra volta.
Torniamo ai miei punti neri e a come li ho debellati.
Da Essence sono passata a Neve.
Da Bottega Verde, sono passata per Omnia Botanica e sono arrivata ad Antos.
Sì, la prima crema viso che ho usato dopo quella dell’omnia e che non mi ha dato alcun tipo di problema, è stata quella per couperose di Antos. Di cui a breve di farò un bel post.

Per quanto riguarda la detergenza, mi sono affidata a Nuvola di Neve! Che, una volta terminata, ho autoprodotto.
Come scrub, non mi sono mai posta il problema di acquistarne, anzi, è stata la prima cosa che, una volta passata al bio, ho iniziato a “farmi in casa” con un risparmio notevole.
Per il viso utilizzo semplicemente zucchero e miele. Se avete qualche cremina o olietto da finire, aggiungetelo pure.
Al momento non utilizzo una crema viso. A seguito di una reazione allergica che ho avuto con una crema della coop, ho sospeso l’utilizzo di crema al viso e mi sono data al gel d’aloe puro, risolvendo il tutto il due giorni. Mi è piaciuto così tanto che ho continuato ad usarlo, potenziandolo con alcuni oli vegetali. Anche di questo vi metterò la ricetta 🙂
Da quando sono passata al bio, ormai tre anni, ho dovuto cacciare dal cassetto gli strip per i punti neri solo due volte 🙂

Sono molto soddisfatta. E voi, come state combattendo i vostri? 🙂
Ditemi i vostri segreti 😀

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...